Home » Do it yourself, e adesso tocca a te! » Ti conosco, mascherina: come realizzare splendide maschere con materiali di recupero

Ti conosco, mascherina: come realizzare splendide maschere con materiali di recupero

Tappi di plastica e di metallo, cotone, bottoni, sassi, sabbia, elastici, legnetti, palline, gomma piuma, carta di vecchi regali, sacchetti del pane: tutto è importante e significativo se volete costruire una maschera, proprio una maschera vera, come quelle africane, però tutta nostra e quindi unica.

Ci sono tantissimi modi per farla: posso fare una maschera colorata per dirti quanto sono felice di vederti, una maschera rotonda grande come il sole, una maschera con una criniera di carta in tutto e per tutto uguale a un leone…e con tutte queste maschere in testa uscire per la strada e iniziare a fare festa!

L’idea di base per realizzare queste maschere è quella di non buttare via nulla, ma raccogliere, dividere e riutilizzare, per creare qualcosa di nuovo e divertente.

Per prima cosa occorre disegnare e ritagliare su un cartoncino un po’ spesso la sagoma (va bene qualsiasi forma) che vogliamo dare alla maschera, e poi lasciar correre la fantasia utilizzando tempere e pennarelli per colorarla.

Infine la renderemo unica incollando, con la vinavil, tutti gli oggetti che per tanto tempo abbiamo raccolto.

Per poterla indossare basterà pinzare un pezzetto di elastico ai bordi della maschera e il divertimento per i vostri bambini è assicurato!